Abiti che non si stirano: la moda si fa comoda

La volontà di essere sempre impeccabili è il desiderio non troppo celato della maggior parte degli uomini e delle donne in carriera. La camicia perfettamente inamidata e stirata possono essere prerogative perfette per un propositivo incontro di lavoro, una riunione decisiva o semplicemente un pranzo d’affari. Consapevoli di vivere in una società frenetica, concedersi all’atto dello stirare può essere considerato, da molti, una perdita di tempo o un atto di coraggio.

L’avvento della comodità viene sancito dalla fiacca voglia di stirare e si fa strada la necessità di ricorrere a tessuti d’avanguardia, innovativi e che possano richiedere pochi istanti per essere di nuovo indossati.

Le grandi maison nel corso dell’ultimo lustro si propongo di venire incontro alle esigenze degli stacanovisti garantendo comodità senza precludere l’eleganza.

Ne è un chiaro esempio Burberry che nel 2013 lanciò il Travel Tailoring, un nuovo tipo di “masculin sartorial” che ha come obiettivo principale quello di dettare le nuove tendenze per i viaggiatori. Christopher Bailey, direttore creativo della maison britannica, ha studiato una maniera per creare il perfetto connubio tra versatilità e comodità, senza rinunciare allo “slim concept” tipico dei suoi capi.

Stone Island, è il marchio di abbigliamento informale, nato nel 1982, simbolo della ricerca estrema su fibre e stoffe. Da sempre applica alla sperimentazione tessile ad un design innovativo. Non passeranno sicuramente inosservati durante l’inverno gli uomini d’affari che riusciranno a sposare il connubio di una stampa camouflage per una giacca trapuntata da indossare sopra un completo elegante. Il punto di forza utilizzato per la realizzazione di questo eskimo è il materiale, raso gommato: un mix di cotone satin e poliuretano che rende il capospalla antivento e resistente all’acqua.

L’iconico marchio Geox, conosciuto per lo più per “la scarpa che respira” produce anche capi di abbigliamento sportivo, fondata nel 1995 dall’imprenditore Mario Moretti Polegato. Il nome “geo” deriva dal greco γη (ghe, “terra”), la “x” sta per tecnologia invece, la collection “Performing Concept”, special highlights, con tessuti high-tech che riescono a mantenere sempre costante la temperatura corporea, utili per chi non ama il freddo ma per colpa dei suoi impegni lavorativi deve salire e scendere da auto, mezzi pubblici ed aerei, oggi acquistabile anche sul sito e-commerce nella sezione fall winter 2017.

Grazie a queste innovative linee di design d’alta moda, stirare diventerà un passatempo per pochi.

Annunci

Pubblicato da

Έτσι, δεν γνωρίζω ... "Io so di non sapere" ma grazie alle infinite risorse della Rete mi esercito ogni giorno per cercare di aggiungere un tassello in più al proscenio del mio scibile. In cosa sono laureata? Scienze filosofiche. Giornalista - Dalla raggiante Catania (Acicastello Informa) mi sono spostata a Roma dove lavoro come Account executive dell'azienda Lexmedia; sono web editor, fashion passionate e amante dei viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...