AltaRoma & Accademia Costume e moda: spazio ai giovani talenti

 

Non voltarsi mai indietro bensì tuffarsi nel profondo mare della scoperta: questo è il fantastico mondo della moda. Navigare tra avanguardia e talento circoscrivendo le potenzialità giovanili è il principio del viaggio oltre le colonne d’Ercole del fashion.
Iniziamo insieme questo viaggio grazie AltaRoma & l’Accademia Costume e Moda che ci portano a conoscere i volti e le creazioni dei designer del domani.

Durante la fashion week capitolina i giovani studenti hanno la possibilità di far conoscere a buyers e appassionati le proprie “creature”. Potete benissimo immaginare quanta emozione, e al contempo ansia, si possa respirare prima che si spengano le luci prima della sfilata dei “Talents” nella sala gremita.

Un appuntamento imperdibile alla quale tutti vogliono partecipare poiché la curiosità di conoscere il “futuro” non lascia nessuno indifferente.

Gli studenti selezionati durante il percorso accademico sono stati valutati da specialisti del settore, esempi di eccellenza: Giampiero Arcese (Creative Director Curiel), Burak Cakmak (Dean of Fashion di Parsons School of Design di New York), Livia Carimini (Assistant Haute Couture Valentino), Giovanna Gentile Ferragamo (Vice Presidente Ferragamo), Deanna Ferretti Veroni, (Modateca Deanna), Simonetta Gianfelici (Fashion Consultant & Talent Scout), Andrea Incontri (Direttore Creativo Uomo Tods, fondatore e Direttore Creativo Andrea Incontri), Laura Lusuardi (Coordinatore Moda Max Mara), Sara Maino (Caporedattore Moda Vogue Italia e Vogue Talents), Raffaello Napoleone (Amministratore Delegato Pitti Immagine), Leonardo Pucci (Direttore di Collezione Pelletteria Christian Dior); Fausto Puglisi (Direttore creativo Ungaro, fondatore e Direttore Creativo Fausto Puglisi), Tom Rebl (Founder and Creative Director Tom Rebl), Elinor Renfrew (Head of Fashion della Kingston University) e Silvia Venturini Fendi (Presidente AltaRoma).

Come dico e scrivo spesso la forza motrice di ogni epoca è celata nelle menti creative dei giovani sulle quali è importante investire e scommettere regalando fiducia; grazie ad Accademia Costume e Moda le speranze possono diventare prospettive concrete di carriera.

Un susseguirsi di mood differenti.
Quindici modi di essere, quindici sfumature, quindici geni riempiono i minuti del “Talents 2017”.
E quasi come in un reality ti trovi a tifare per la linea che più ti ha colpito, sperando che la giuria seduta in “the front row” possa più o meno utilizzare il tuo stesso metro di giudizio.

La mia top three?
Tenetevi forte perché non rispecchia i vincitori e questo per sottolineare quanto fossero bravi tutti i partecipanti selezionati in questo prospero 2017.

Per MENSWEAR & WOMENSWEAR la mia preferita, la designer Monia Romano con la sua H2O. L’acqua e la filosofia sono da sempre strettamente legate e pertanto sono rimasta piacevolmente colpita dal rileggere il nome dato alla collezione nel momento della stesura dell’articolo. L’acqua è l’elemento della vita e Talete sarebbe persino fiero della mia scelta estetica.

Per la categoria ACCESSORIES Francesca Nori Fruit Leather. Mi hanno colpito le sue borse in velluto scolorite con la tecnica del tie-dye. Menzione speciale per l’utilizzo dei materiali biodegradabili, come alternativa alla semplice pelle animale.

Dulcis in fundo WOMENSWEAR di Valeria Grussu con la sua Chiasmo. Una collezione inno ai colori pastello e all’intreccio di materiali differenti.

Finita la presentazione prende in mano il microfono Lupo Lanzara, vice presidente dell’Accademia. Il suo ringraziamento è rivolto alla giuria che come sempre ha un difficile ruolo, come quello dei genitori quando devono portare i figli davanti alle grandi scelte della vita, e a tal proposito il secondo ringraziamento di Lanzara viene rivolto ai genitori, alla loro pazienza e alle risorse investite credendo nel futuro dei loro figli.

D’obbligo la parentesi su Roma, città difficile e al contempo meravigliosa, il cui obiettivo da parte degli addetti al mestiere come Accademia Costume e moda è riuscire a rimettere al centro di un dialogo costruttivo tra le grandi potenze cittadine, valorizzando le encomiabili scuole, e ristabilire l’asse italiano della moda: Milano – Firenze – Roma.

Nella speranza che la Città Eterna possa tornare agli antichi fasti si rivolge lo sguardo a quel futuro cosi limpido e pieno di aspettative: sembra quasi di sentire i battiti accelerati dei giovanissimi prima della premiazione.

I premi consegnati quest’anno sono tre: Abbigliamento, Accessori e il primo “Pitti Tutorship Reward”.

  • Diana Aparo, Abbigliamento consegnato da Lupo Lanzara, Vice Presidente Accademia;
  •  Alessio Rossi, Accessori consegnato da Leonardo Pucci, Direttore di collezione pelletteria, Christian Dior (la cui storia personale mi ha sinceramente emozionata. Sono convinta che gli sforzi, i sacrifici e la meticolosità prima o poi ripaghino!)
  • Ludovica Serra: Pitti Tutorship Reward, consegnato da Riccardo Vannetti, Direttore Pitti Tutorship Division. (Un riconoscimento pratico in tre fasi: dedicheranno il loro tempo al designer vincitore in primis attraverso alcuni meeting sul portfolio che diverrà da scolastico a specificatamente indirizzato al mondo del lavoro, di seguito avrà luogo una fase di orientamento ed infine un terzo momento di analisi e strategia su come approcciare il mondo del lavoro)

Il FASHION SHOW TALENTS 2017 organizzato dall’Accademia Costume e Moda al Guido Reni District è stato un catalizzatore di energia e propositività. é l’evento che dona la giusta carica alle nuove generazioni per affrontare il mondo con la grinta di chi lo vuole padroneggiare attraverso la creatività e la competenza.

Il mondo della moda appartiene ai giovani, offriamo loro spazio.

Annunci

Pubblicato da

Έτσι, δεν γνωρίζω ... "Io so di non sapere" ma grazie alle infinite risorse della Rete mi esercito ogni giorno per cercare di aggiungere un tassello in più al proscenio del mio scibile. In cosa sono laureata? Scienze filosofiche. Giornalista - Dalla raggiante Catania (Acicastello Informa) mi sono spostata a Roma dove lavoro come Account executive dell'azienda Lexmedia; sono web editor, fashion passionate e amante dei viaggi.

2 thoughts on “AltaRoma & Accademia Costume e moda: spazio ai giovani talenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...