Un’estate in Giallo

 

La frenesia di casa, il trasferimento verso una nuova città, il trasloco, il nuovo (ormai non tanto più nuovo) lavoro ti portano fin troppo spesso ad accantonare le tue passioni … ma solo momentaneamente sia ben chiaro!

Lettura e scrittura sono gli amori della mia vita e non potrei immaginarla senza, un po’ come se non avessi mai incontrato Paolo. Ti accompagnano in un percorso evolutivo costante, ti abbracciano in determinati capitoli della tua vita e ti solleticano la fantasia.

Ed eccomi qui con tanti progetti in mano ma anche con le tanto bramate ferie.

Oggi non scriverò di eventi a cui ho partecipato, non scriverò di sfilate, non scriverò degli aggiornamenti di Instagram che mi hanno portato ad un nuovo livello di dipendenza Social (Grazie Mark!)

Saremo solo io, voi, e se vi va i consigli di lettura sotto l’ombrellone.

Nel giro di qualche mese ho letteralmente divorato l’intera collezione dei libri di Camilla Läckberg ambientata nel piccolo paese natio della scrittrice, Fjallbacka, i cui protagonisti sono ‘ispettore Patrik Hedstrom e la scrittrice Erica Falck. Il suo stile narrativo, semplice e coinvolgente, mi ha portato a leggere casualmente “A scuola di Giallo: guida in 7 passi per aspiranti scrittori di gialli”, traduzione di Claudia Durastanti, ebook gratuito, pieno zeppo di consigli di lettura per gli amanti del genere.

Faccio spesso liste: la lista della spesa, la lista delle cose da fare, la lista delle capitali da visitare. Non faccio mai la lista delle cose da mettere in valigia e questa potrebbe essere un’anomalia che magari prima o poi mi si ritorcerà contro. Ma la lista dei libri da leggere è peculiare e si sviluppa pari passo al mio stato d’animo e alla curiosità del momento.

Il colore dell’estate è il giallo e al di là delle tendenze cromatiche dettate dalla moda, ripescare tra i classici è una grande soddisfazione. Ho letto su twitter che come me molti utenti hanno riscoperto il piacere delle parole di Agatha Christie.

E così, dopo Dieci piccoli indiani, seguono a ruota C’è un cadavere in biblioteca, un delitto avrà luogo e polvere negli occhi. Quale sarà il quarto?
Accetto i vostri consigli: continuare con la deliziosa vecchietta ficcanaso Miss Marple oppure cedere le proprie attenzioni ad Hercule Poirot?

“Hercule Poirot sorrise… il sorriso di soddisfazione di un gatto che si è leccato tutto un piattino di latte.” – La sagra del delitto

Annunci

Pubblicato da

Έτσι, δεν γνωρίζω ... "Io so di non sapere" ma grazie alle infinite risorse della Rete mi esercito ogni giorno per cercare di aggiungere un tassello in più al proscenio del mio scibile. In cosa sono laureata? Scienze filosofiche. Giornalista - Dalla raggiante Catania (Acicastello Informa) mi sono spostata a Roma dove lavoro come Account executive dell'azienda Lexmedia; sono web editor, fashion passionate e amante dei viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...