UNA TRAVIATA … rosso Valentino

 

Un raggiante Valentino Garavani ci accoglie durante la conferenza stampa de “La Traviata”, opera nata da un’idea condivisa con Giancarlo Giammetti ed in scena dal 24 maggio al Teatro dell’Opera di Roma.

Fortemente voluta dal Maestro Valentino, ad occuparsi della regia, Sofia Coppola al suo debutto nell’opera lirica.

Ad accompagnare i tre Grandi anche Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, direttori creativi della Maison Valentino che grazie al supporto della sartoria del Teatro dell’Opera di Roma, si sono occupati dei costumi, esclusi quelli di Violetta per cui il maestro Valentino ha impugnato personalmente la sua bacchetta creativa facendoli realizzare nell’Atelier della Maison.

La traviata, conferenza stampa ~ foto di Viviana Ballivo { Bozzetto per Violetta – Valentino Garavani}
La traviata, conferenza stampa ~ foto di Viviana Ballivo { Bozzetto per Flora ~ direttori creativi della Maison Valentino}

Lo stesso Giammetti è entusiasta dello staff e di tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di uno spettacolo costato 1.800.000 euro che ha venduto più biglietti in assoluto. Un’ Opera di Roma in ascesa, che ha deciso di essere l’unico produttore di questo spettacolo già richiesto dal Giappone e da Valencia per le loro stagioni operistiche future.

Sofia Coppola accenna al suo albero genealogico che vanta artisti e musicisti, nonché una lontana parentela col Maestro Riccardo Muti. È felice di questa sua prima esperienza su un campo diverso rispetto a quello a lei familiare del cinema ed ha cercato di mettersi nei panni del personaggio di Violetta per una visione più contemporanea.

Valentino dal suo canto è orgoglioso che attraverso quest’opera si sottolinei l’importanza del Teatro, grazie alla bravura dei cantanti e la forza degli allestimenti di un altro guru della scenografia cinematografica, Nathan Crowley.

La traviata, conferenza stampa ~ foto di Viviana Ballivo

I direttori creativi della Maison sottolineano quanto il mondo dell’Alta moda ed il Cinema possano contribuire a rendere allettante un’opera lirica, invitando quindi anche il pubblico più giovane a fruirne. Un ringraziamento particolare va alla capo sarta dell’Opera di Roma Anna Biagiotti e all’importanza della cultura artigianale e della tradizione legata alla Bottega dell’Arte in Italia.

La traviata, conferenza stampa ~ foto di Viviana Ballivo

Una Traviata fresca, non ridondante o barocca, così come tutti i personaggi che gravitano attorno a Violetta, visti con un tono meno solenne, più personale, più attuale.

Così che i costumi possano apparire in una versione quasi atemporale, contaminati da qualcosa di estremamente nuovo, più vicini ad un immaginario comune. La Traviata 2016 , come l’ha definita Valentino Garavani, segue un fil rouge che non si esaurisce. La Maison Valentino, anche dopo che il maestro nel 2007 ha deciso di ritirarsi dalla scena, come nella Moda, è riuscita attraverso quest’opera a portare sul palcoscenico una contaminazione di stili e linguaggi, chiave del loro metodo in cui Heritage e stile, tradizione ed innovazione convivono… plasmando bellezza.

Annunci

Pubblicato da

Έτσι, δεν γνωρίζω ... "Io so di non sapere" ma grazie alle infinite risorse della Rete mi esercito ogni giorno per cercare di aggiungere un tassello in più al proscenio del mio scibile. In cosa sono laureata? Scienze filosofiche. Giornalista - Dalla raggiante Catania (Acicastello Informa) mi sono spostata a Roma dove lavoro come Account executive dell'azienda Lexmedia; sono web editor, fashion passionate e amante dei viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...