IL DIARIO DI GDM AD ALTAROMA PART.III

Gli eventi caleidoscopici della settimana della moda romana sono tutti interessanti e si rimpiange quando non si può prendere parte a tutti gli eventi.

Una menzione speciale va alla mostra A.I. Artisanal Intelligence, una piattaforma nata per unire Arte, Artigianato e Moda in nome del Made in Italy. Le nuove realtà artigianali italiane promosse da Altaroma convergono per creare un archivio in continuo aggiornamento. Attraverso un itinerario che si snoda tra gallerie, luoghi d’arte e atelier d’autore, la città svela i luoghi la sua  forte vocazione alla manualità.

Sono importanti parentesi dentro la quale si può leggere il profilarsi del nuovo scenario “moda” altamente influenzato dalla tecnologia. Un percorso bipolare in cui tradizione e innovazione, grazie ad un lavoro di squadra, offrono visioni immaginifiche nella quale poter scrutare un orizzonte sempre più vicino. Le nuove generazioni di stilisti e creatori di moda, nella concezione più ampia del termine, sono una “categoria” accarezzata, coccolata e stimata da AltaRoma, che da anni si occupa di questo settore e investe sul potenziale creativo di questi esperti del settore.

Dogma che dovrebbe essere ampiamente diffuso: senza investire nelle nuove generazioni si vivrebbe in un bacino di sterilità.

Lunedì, non ho potuto presenziare agli eventi in calendario, ma è stato inevitabile essere investita dalle dichiarazioni del direttore di Vogue, che apparentemente sembrerebbero in conflitto con il modo di essere della manifestazione stessa.

Ph. AltaRoma, sito ufficiale
Ph. AltaRoma, sito ufficiale

“Who is on next”, giunto alla sua undicesima edizione, è il progetto di scouting, ideato e realizzato da Altaroma insieme con Vogue Italia, si presenta al pubblico degli addetti ai lavori come un laboratorio di creazioni Made in Italy direttamente proiettato sui mercati internazionali, grazie alla collaborazione ed al sostegno dell’ ICE- Agenzia di Roma e dalla sua rete di uffici all’ estero. Dalle precedenti edizioni di “Who Is On Next?” sono emersi nomi che oggi fanno stabilmente parte del panorama della moda mondiale, tra i quali: Aquilano.Rimondi, Nicholas Kirkwood, Marco de Vincenzo, Albino, Angelos Bratis, Paula Cademartori, Stella Jean, Gabriele Colangelo, Giancarlo Petriglia, Arthur Arbesser, Piccione.Piccione, Daizy Shely, Benedetta Bruzziches. Come si legge dal Comunicato Stampa “Who Is On Next?”, considerato a livello mondiale tra le piattaforme creative più autorevoli, consolida il ruolo di Roma come centro propulsore nella promozione dei giovani talenti emergenti. I vincitori di questa edizione, per la categoria accessori sono:
– Shoewear Nicolò Beretta per Giannico vince il premio per l’esuberanza e il senso del colore, sempre con un tocco di ironia.
– Lolita Lorenzo di Carol Oyekunle, per le borse, che riesce ad interpretare l’heritage Africano attraverso l’utilizzo di tessuti tradizionali in chiave contemporanea. Una visione moderna e sostenibile.

Per l’abbigliamento vince il premio Lee Wood per L72 per la maturità̀ con cui ha presentato la collezione, la reinterpretazione della iconica silhouette anni ’50 in chiave moderna e sportiva. L’utilizzo di materiali tecnici e di ricerca e un uso vibrante dei colori.

Ph. AltaRoma, sito ufficiale
Ph. AltaRoma, sito ufficiale

Prima di proclamare il vincitore Franca Sozzani si è lasciata andare a delle dichiarazioni che mettono in cattiva luce i blogger: che lei non avesse amore per questa categoria era noto sin dalla notte dei tempi, ma additarli come portatori sani del cattivo gusto, forse è un po’ eccessivo. Ciò che afferma lei è ineccepibile, ed è assai facile imbattersi in blog poco seri, notare che molti scrittori 2.0 si improvvisano esperti di moda, o più semplicemente che sono affetti dalla mania del “narcisismo”. Porsi davanti un obiettivo (non è una frase teoretica bensì tecnicamente fotografica e concreta) e pasticciarsi con degli dicendo di fare e dettare le tendenze della moda è sempre più usuale. Ma quanti di questi “influencer” avranno una vita più lunga di quella di una falena?

Come ogni aspetto della vita ci sono differenti sfumature dicotomiche.

Dietro queste piattaforme virtuali ci sono si gli improvvisati dell’ultim’ora ma anche persone che hanno studiato, maturato esperienze di settore ma che a causa delle incognite variabili degli eventi hanno dovuto intraprendere percorsi paralleli.

Allora perché precludersi un’opportunità, una finestra sul mondo?

Delle centinaia di “fashion blog” esistenti tra qualche mese, sicuramente, ne vedremo la metà. Nascono, si riproducono e muoiono: è un gioco in divenire. Ma soltanto poche piattaforme riusciranno a sopravvivere alla frenesia del mondo, poiché la “qualità” sarà sempre la prerogativa obbligatoria. È darwiniano.

È Natural selection”; come la teoria darwiniana dell’evoluzione attraverso la selezione naturale afferma che la progenie di tutte le specie è costretta a competere duramente per la sopravvivenza. Gli individui che sopravvivono tendono a incorporare qualche carattere favorevole, sia pure minimo, e tali variazioni vengono trasmesse per via ereditaria alla nuova generazione. Ne consegue che ogni generazione successiva sarà meglio adattata all’ambiente rispetto a quella precedente, sebbene non si possa parlare di una tendenza necessaria verso il miglioramento in senso assoluto. Tale processo continuo e graduale è il principio che sottende l’evoluzione della specie. Così è anche nel mondo del lavoro. Così è nel mondo della moda. Così è nel mondo della scrittura.

Annunci

Pubblicato da

Έτσι, δεν γνωρίζω ... "Io so di non sapere" ma grazie alle infinite risorse della Rete mi esercito ogni giorno per cercare di aggiungere un tassello in più al proscenio del mio scibile. In cosa sono laureata? Scienze filosofiche. Giornalista - Dalla raggiante Catania (Acicastello Informa) mi sono spostata a Roma dove lavoro come Account executive dell'azienda Lexmedia; sono web editor, fashion passionate e amante dei viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...