PRIMAVERA

Ci si sbaglia sul nostro conto. Ciò dipende dal fatto che noi stessi cresciamo, mutiamo continuamente, ci liberiamo della vecchia corteccia, cambiamo pelle ogni primavera, diventiamo sempre più aperti al futuro, più alti e robusti, spingiamo con forza le nostre radici sempre più in profondità ma contemporaneamente stringiamo il cielo in un abbraccio sempre più amorevole, sempre più ampio, succhiando sempre più assetati la sua luce con i nostri rami e foglie. Cresciamo come alberi – è una cosa difficile da capire, difficile come la vita! –  non in un punto solo, ma dappertutto, non in un’unica direzione, ma verso l’alto e il basso, verso l’esterno come l’intimo

Friedrich Wilhelm Nietzsche 

Annunci

Pubblicato da

Έτσι, δεν γνωρίζω ... "Io so di non sapere" ma grazie alle infinite risorse della Rete mi esercito ogni giorno per cercare di aggiungere un tassello in più al proscenio del mio scibile. In cosa sono laureata? Scienze filosofiche. Giornalista - Dalla raggiante Catania (Acicastello Informa) mi sono spostata a Roma dove lavoro come Account executive dell'azienda Lexmedia; sono web editor, fashion passionate e amante dei viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...